Be’er Sheva: la capitale del Neghev

Be'er-Sheva-israeleBe’er Sheva è la più grande città del deserto del Neghev (da qui il nome spesso usato per chiamarla di “Capitale del Neghev”). Sebbene non sia tra le mete più ambite di Israele e a prima vista per i turisti che ne visitano le strade, possa sembrare una città piuttosto scevra di attrazioni, questa città potrebbe sorprendervi positivamente. Un vero e proprio obbligo per chi visita la città è quello di visitare i numerosi siti beduini lungo i confini della città, oltre a dilettarsi in una pittoresca e stimolante “cavalcata” lungo le dune del deserto a bordo di uno cammello.

La principale attrazione della città, poi, è rappresentata dall’antichissimo sito archeologico di Tel Be’er Sheva, situato ad appena 5 chilometri dalla città, e dichiarato Patrimonio dell’umanità. La parola Tel significa “collina” ed è lungo la collina, in un luogo che impressiona per l’incredibile capacità di far coesistere natura e civiltà in una pianificazione urbanistica ancora oggi senza pari, che si trova il sito archeologico che ha contribuito a far realizzare passi da gigante agli studiosi e appassionati che si sono occupati nel tempo dei popoli vissuti tra il X e VI secolo a.C. Un luogo da visitare per la magia che trasuda tra i torrioni e le cisterne ben conservati nonostante l’erosione degli anni.