Il Parco Archeologico di Beit She’an

Beit She'an parco

Come molti siti archeologici in Israele che hanno una storia millenaria e hanno visto avvicendarsi popoli e civiltà, anche il sito di Beit She’an vanta una lunga storia e una ricchezza di resti archeologici che testimoniano il passaggio di diversi popoli nel corso dei secoli.

Troviamo Beit She’an menzionata fra le conquiste dell’Antico Egitto nel XVI secolo a.C; nelle fonti bibliche come una delle città conquistate dal re David; col nome di Scitopoli nel periodo ellenistico, nel periodo romano come capitale delle dieci città (Decapoli) della Samaria, come centro importante nel periodo bizantino e della conquista araba (VII secolo d.C).

Nel Parco Archeologico di Beit She’an è interessante e affascinante visitare edifici e resti delle diverse epoche sopra menzionate: dai resti della casa di un governatore egiziano, alle terme e alla strada pavimentata di epoca romana, mosaici del periodo bizantino ai resti di edifici crociati. Questi resti archeologici, testimoni di gloriose civiltà si fondono armonicamente con il paesaggio naturale di Beit She’an immersa in una valle verdeggiante.

Beit She’an dista circa 25 chilometri dal Lago di Tiberiade. La breve distanza permette ai turisti, dopo aver visitato questo splendido sito, di poter raggiungere facilmente i luoghi testimoni dei miracoli di Gesù che si affacciano sulle sponde del lago.

Guarda qui le più belle immagini di Beit She’an